TRATTIAMO BENE IL NOSTRO INTESTINO

0 Commenti
Tempo di lettura 2 min
Condividi

TRATTIAMO BENE IL NOSTRO INTESTINO


I problemi intestinali sono molto frequenti, ma un’alimentazione adeguata a ogni situazione può essere la soluzione.
Ciò che disturba l’intestino ha un ruolo centrale per il benessere e per la qualità della vita in generale. Lo sanno bene colori che soffrono di morbo di crohn o retto colite ulcerosa, ma anche solo chi accusa crampi dopo aver mangiato o deve correre in bagno più volte al giorno, sa bene quanto invalidante possa risultare un disagio di questo genere.

LE CAUSE DELL’INTESTINO TROPPO ATTIVO


Diarrea e stipsi sono segnali di malessere che non bisogna in alcun modo sopprimere utilizzando farmaci, ma solo controllare, rimuovendo prima possibile le cause alla base del disagio stesso.
La causa più probabile di un intestino troppo attivo può dipendere da un colpo di freddo dopo aver mangiato, dall’ingestione di un cibo avariato, da un ciclo di antibiotici o da un virus intestinale. Vi sono però molte situazioni in cui una causa non è visibile e sono purtroppo le più frequenti, ossia quelle legate a un ripetuto sovraccarico alimentare di sostanze specifiche, che causano diverse patologie tra cui il colon irritabile.

LA SOLUZIONE EFFICACE


Una soluzione efficace è quella di sfiammare gradualmente l’intestino attraverso una rotazione degli alimenti che dall’anamnesi alimentare siano risultati più problematici per il paziente. Gli alimenti più frequentemente coinvolti sono quelli appartenenti al gruppo dei latticini (latte, burro, formaggi…), del glutine (frumento, orzo, farro…), del nichel (cacao, pomodori, kiwi..) e del sale (salumi, salse, condimenti…). Attraverso la rotazione degli alimenti si ripristina di nuovo una tolleranza nei confronti di questi alimenti.
Una seconda importante attenzione è rivolta poi a ristabilire un’adeguata flora batterica intestinale con probiotici selezionati. Ricreare una naturale popolazione di batteri buoni protegge l’intestino dagli effetti irritanti del cibo e difende da possibili alterazioni future.

ALTRI CONSIGLI UTILI


Nel caso di stipsi invece il problema è opposto. Occorre mangiare fibra in grande quantità, scegliendo alimenti integrali, legumi, frutta e verdura, inserendo se necessario anche un’integrazione a base di fibra solubile. Bisogna dare molta attenzione anche all’idratazione, alla masticazione e all’attività fisica che aiutano e migliorano il funzionamento dell’intestino.

Condividi

L'ENDOMETRIOSI E L'OSTEOPATIA

L’endometriosi è una condizione patologica provocata dalla presenza e dalla...

morbo di osgood schlatter

MORBO DI OSGOOD SCHLATTER

[vc_row][vc_column][vc_custom_heading text="MORBO DI OSGOOD SCHLATTER" font_container="tag:h2|text_align:left|color:%231045a2" use_theme_fonts="yes"][vc_raw_html]JTIwJTNDaHIlMjAlMjBzdHlsZSUzRCUyMiUyMCUyMGhlaWdodCUzQSUyMDFweCUzQiUyMHdpZHRoJTNBODBweCUzQiUyMHRleHQtYWxpZ24lM0FsZWZ0JTNCJTNCbWFyZ2luLWxlZnQlM0EwJTNCJTIwYmFja2dyb3VuZC1jb2xvciUzQSUyMCUyM2UyNGUxNSUzQiUyMGNsZWFyJTNBJTIwYm90aCUzQiUyMiUzRSUwQQ==[/vc_raw_html][vc_column_text]Anche nota come Osteocondrosi...