RACHIDE CERVICALE E OSTEOPATIA

  • 11/04/2018

DISALLINEAMENTO OCCIPITE E ATLANTE

RACHIDE CERVICALE E OSTEOPATIA

Il tratto cervicale della nostra colonna è spesso vittima di squilibri biomeccanici che comportano sintomi e fastidi che ben conosciamo o di cui abbiamo sicuramente sentito parlare.

Cervicalgie, vertigini, cefalee ed emicrania, acufeni e dolori all’articolazione temporo-mandibolare sono solo alcune delle situazioni che si possono presentare quando siamo in presenza di un disallineamento del tratto cervicale superiore.

LA FUNZIONE DELL’ ATLANTE

La nostra colonna cervicale infatti è costituita da 7 vertebre, la prima delle quali (partendo dall’alto) è chiamata Atlante(C1) . La parola Atlante richiama la mitologia greca e significa “colui che sopporta/porta” ed è raffigurato come un Titano che regge sulle spalle il peso del mondo. Come l’Atlante mitologico, la prima vertebra cervicale regge il peso statico e dinamico della nostra testa (circa 5kg). L’atlante si articola superiormente con l’Occipite (C0) e inferiormente con l’Epistrofeo (C2), quest’ultima è la seconda vertebra cervicale che permette la rotazione della testa, grazie alla sua articolazione dotata di un dente con l’Atlante.

Il corretto posizionamento di questa vertebra è responsabile dell’allineamento corretto dell’intero midollo spinale, dei nervi che ne fuoriescono e del sistema scheletrico; di conseguenza quindi è responsabile anche del corretto funzionamento delle strutture vicine o in relazione anatomica con le strutture suddette.

Avere l’Atlante sublussato significa, in pratica, avere la testa spostata rispetto il centro del tratto Cervicale Superiore, cioè, si crea un disallineamento della testa rispetto il corpo. Nel tempo, i muscoli disallineati e contratti del collo limitano il flusso di impulsi elettrochimici, dal cervello al corpo. Tale disallineamento, trascurato nel tempo, causa dolore e sintomi vari che si svilupperanno nel tempo.

DISALLINEAMENTO TRA OCCIPITE E ATLANTE

Un disallineamento tra C0-C1-C2 può essere causato da: cadute, traumi (specialmente su testa e collo), colpi di frusta, postura scorretta, manovre cruente e uso del forcipe durante il parto. Il disallineamento tra l’Occipite e l’Atlante è sempre presente prima che dolori o sintomi compaiano. Difatti, nella maggioranza delle persone “sane”, nonostante l’assenza di sintomi cervicali particolari, è riscontrabile questa situazione.

L’INTERVENTO DELL’OSTEOPATIA

In questa problematica si è dimostrata la grande efficacia dei trattamenti Osteopatici per ripristinare il corretto allineamento e di conseguenza il corretto funzionamento e la corretta fisiologia del rachide cervicale, riuscendo così a ridurre ed eliminare le varie sintomatologie.

©2016 PHYSIOLIFE A.P.F.C. Via Eduardo de Filippo 127 Velletri - P.IVA 10532881009