La Medicina dello Sport è l’area medica che opera in campo della prevenzione e cura delle patologie associate all’attività fisica di tipo sportivo.

Si tratta di una branca multidisciplinare sviluppatasi maggiormente negli ultimi tempi che trova la sua applicazione fondamentale in medicina preventiva volta a tutelare la pratica sportiva agonistica e amatoriale.

La Medicina dello Sport, di fatto, svolge la sua funzione primaria di prevenzione delle patologie, ed il suo campo di competenza si estende anche agli interventi specialistici in ambito traumatologico, cardiologico, fisiologico, nonché sulle modalità di applicazione della legge per la Tutela Sanitaria delle Attività Sportive.

CAMPI DI INTERVENTO DELLA MEDICINA DELLO SPORT


Il campo di medicina relativo allo sport trova la sua applicazione in ogni dimensione della sfera dell’attività sportiva e riguarda la prevenzione di coloro che praticano lo sport a livello agonistico, non agonistico e amatoriale.

Valutare la condizione psico-fisica di una persona e stabilirne l’idoneità alla pratica sportiva rende necessario porre attenzione al tipo di atleta o persona che si deve valutare.

Per gli atleti giovani il Medico dello sport indagherà le caratteristiche fisiologiche, psicologiche ed eventualmente l’esistenza di patologie che possono generare un impatto negativo sull’attività sportiva. Nel caso di atleti adulti o persone che non hanno fatto attività fisica da diverso tempo, il medico dello sport eseguirà tutte le valutazioni necessarie per condurre in modo migliore la pratica di attività sportiva, riducendo al minimo i rischi nel rispetto delle normative in materia di Tutela della Salute dello Sportivo.

Per questo la medicina dello sport trova diversi campi di applicazione:

Età evolutiva:

 Visita clinica attitudinale;

 Correzione di patologie;

 Alimentazione.

Attività agonistica:

 Visita per certificare l’idoneità all’attività sportiva;

 Valutazione funzionale dell’atleta;

 Ricerca applicata allo sport con esame delle qualità fisiche e definizione del modello di prestazione;

 Controllo dell’allenamento e degli effetti dell’allenamento;

 Prevenzione delle patologie da sovraccarico funzionale;

 Terapia e riabilitazione post-traumatica;

 Piano di alimentazione dell'atleta.

Attività Amatoriale:

 Visita per certificare l’idoneità all’attività sportiva;

CHI È IL MEDICO E SPECIALISTA IN MEDICINA DELLO SPORT


La missione del medico specializzato in medicina dello sport è quello di garantire a qualsiasi atleta di ogni categoria sportiva una corretta valutazione, allo scopo di prevenire patologie che possono limitare la pratica sportiva.

Il medico dello sport ha una specializzazione multidisciplinare e assolve la funzione di valutazione dell’atleta ai fini della concessione dell’idoneità sportiva agonistica, non agonistica e ludico-motoria. Il suo campo di competenza ed intervento si estende anche a consulenze su tutte le problematiche relative allo sport e benessere generale, tra cui:

 La Valutazione Funzionale per la performance sportiva;

 La Traumatologia;

 La Riabilitazione post-infortunio;

 L’Alimentazione;

 La Psicologia dello sport.

Il medico dello sport persegue lo scopo della prevenzione e tutela della salute di uno sportivo. A tale scopo tramite l’esecuzione della visita medica sportiva può valutare lo stato psico-fisico della persona interessata rilasciando conseguentemente una certificazione di idoneità sportiva agonistica o non agonistica.

Lo specialista in medicina dello sport inoltre può svolgere attività come, fornire consulenza circa il regime e l’alimentazione più idonei ad uno sportivo, gestire i traumi sportivi nonché delle malattie croniche. Questa figura, inoltre, può rivestire il ruolo di medico di gara, la funzione di un ufficiale tecnico negli sport in cui questa figura è prevista.

PRESTAZIONI GENERALI DEL MEDICO DELLO SPORT


  Spirometria;

  ECG - elettrocardiogramma sotto sforzo;

  Elettrocardiogramma a riposo;

  ECG holter;

  Piani alimentari per sportivi;

  Ecografia;

  Onde d’urto;

  Mesoterapia antalgica;

  Calcolo rapporto massa magra/grassa.

A COSA SERVE LA VISITA MEDICO SPORTIVA


visita-medico-sportiva

Per praticare uno sport a livello agonistico, non agonistico o ludico-motorio ricevere una visita del medico specialista in medicina dello sport è fondamentale per prevenire ed eventualmente trattare delle patologie associate all’attività fisica di tipo sportivo.

Pertanto, la visita medico sportiva risponde in primo luogo all’esigenza di determinare se un soggetto è adatto ed idoneo a svolgere attività fisica.

Attraverso gli accertamenti messi in campo il medico dello sporti, inoltre, può individuare eventuali patologie congenite. Considerato il numero crescente di atleti, infatti, la visita di idoneità assume un ruolo importante anche nella prevenzione e nella diagnosi precoce della cardiopatia ischemica, grazie anche al test da sforzo. Per questo, dunque, in sede di controllo vengono accertati il corretto funzionamento dei sistemi, come quello cardiovascolare, della respirazione, nonché della buona salute dei muscoli, ossa e articolazioni.

La visita medica rappresenta un valido strumento per soggetti in età evolutiva, dove consente di controllare la struttura anatomica, l’accrescimento, il rapporto statura/peso e, quindi, indicare quale sia l’attività sportiva più idonea all’atleta.

Il medico specialista, infatti, può accertare l’idoneità alla pratica sportiva a seguito di una serie di controlli tramite le seguenti tipologie di visite:

  • Visita medica sportiva non agonistica;
  • Visita medica sportiva agonistica.

In base al soggetto agonista o non agonista lo specialista medico dello sport potrà svolgere una visita più o meno approfondita.

VISITA MEDICO SPORTIVA NON AGONISTICA

VISITA MEDICO SPORTIVA NON AGONISTICA


La visita di idoneità alla pratica sportiva di tipo ludico motoria o non agonistica prevede un’accertamento della durata media di 20 minuti in cui viene effettuato il controllo clinico generale che comprende:

 Anamnesi: un colloquio necessario per redigere la storia clinica del paziente, sulle sue abitudini, sulle eventuali patologie di cui soffre e sui fattori dello stato in cui si trova.
  Esame obiettivo: viene svolta la valutazione strutturale antropometrica necessaria per constatare il peso corporeo, la statura, il rapporto tra massa grassa e massa magra, e altre caratteristiche fisiologiche dell’atleta.
  Elettrocardiogramma a riposo: per rilevare la frequenza, il ritmo e la morfologia dell’attività cardiaca l’applicazione di elettrodi su torace, gambe e braccia viene eseguita sull’atleta in posizione supina.

Al termine dell’esame obiettivo il medico dello sport, se non riterrà compiere ulteriori indagini, effettuerà la diagnosi e rilascerà il certificato di idoneità alla pratica sportiva non agonistica e ludico-motoria.

VISITA MEDICO SPORTIVA AGONISTICA

VISITA MEDICO SPORTIVA AGONISTICA


La visita di idoneità alla pratica sportiva di tipo agonistico prevede un controllo clinico generale che comprende:

 Anamnesi:colloquio necessario per redigere la storia clinica del paziente, sulle sue abitudini, sulle eventuali patologie di cui soffre e sui fattori dello stato in cui si trova.
  Esame obiettivo: viene svolta la valutazione strutturale antropometrica necessaria per constatare il peso corporeo, la statura, il rapporto tra massa grassa e massa magra, e altre caratteristiche fisiologiche dell’atleta.
  Elettrocardiogramma a riposo: per rilevare la frequenza, il ritmo e la morfologia dell’attività cardiaca, l’applicazione di elettrodi su torace, gambe e braccia viene eseguita sull’atleta in posizione supina.
  ECG dopo lo sforzo: attraverso Step Test e Cicloergometro viene rilevata l’attività cardiaca dopo lo sforzo in condizioni dinamiche.
  Esame Spirometrico: necessario per valutare la funzionalità polmonare. Viene svolto un esame di misurazione dei Volumi Polmonari Statici e dei Volumi Polmonari Dinamici valutando i seguenti parametri: Capacità Vitale, Volume Espiratorio Massimo al Secondo, l’indice di Tiffanau e la Massima Ventilazione Volontaria.
  Esami Integrativi in base al tipo di pratica sportiva.

Al termine dell’esame obiettivo il medico dello sport, se non riterrà compiere ulteriori indagini, effettuerà la diagnosi e rilascerà il certificato di idoneità alla pratica sportiva agonistica.

Dottor-Sergio-Lupof

Dott. Sergio Lupo

MEDICO E SPECIALISTA IN MEDICINA DELLO SPORT

PRENOTA APPUNTAMENTO






    Dottor-Sergio-Lupof

    Dott. Sergio Lupo

    MEDICO E SPECIALISTA IN MEDICINA DELLO SPORT