COS’È


L’ Ipertermia è una terapia fisica che consiste nello sviluppare, in una determinata parte del corpo, il calore necessario a fornire un effetto terapeutico, facendo sì che le zone circostanti non subiscano variazioni di temperatura.

Nell’ipertermia il caldo serve per aumentartela circolazione sanguigna e favorire i tempi di recupero.
Già nel 1953 Lehmann aveva evidenziato che temperature tra i 40° e i 45° potevano avere effeti terapeutici in varie situazioni patologiche. Infatti l’intensificato flusso ematico indotto dall’aumento della temperatura, accrescendo lo scambio di calore, consente di raggiungere temperature efficaci dal punto di vista terapeutico ma non così elevate da determinare danni.

ipertermia

QUALI PATOLOGIE


I campi di applicazione dell’ Ipertermia sono molto vari e riguardano varie patologie:

 Muscolari:contratture,elongazioni,miositi
 Tendinee:peritendiniti,tendiniti,tenosinoviti,tendinosi,tendinopatie inserzionali
 Osteo-cartilaginee: periostiti, distorsioni
 Borsiti

QUALI BENEFICI


Il principio alla base dell’ipertermia è del tutto valido, ma nel principio sta anche la limitazione della terapia: può solo accelerare i processi riparativi. In quest’ottica è genericamente una terapia soft, nel senso che non può fare miracoli. Se in alcuni casi il fattore di efficacia arriva al 50% in altri non supera il 10-15%. Prima di utilizzarla occorre definire pertanto la patologia in modo esatto, capendo soprattutto se è reversibile.

Occorre quindi fare attenzione, in quanto l’applicazione immediata e indiscriminata rischia solo di rallentare i tempi di ripresa, confondendo la situazione. In genere può rientrare fra le terapie suggerite dall’ortopedico dopo l’opportuno periodo di stop dipendente dalla patologia.

In PHYSIOLIFE l’ Ipertermia come altri mezzi fisici viene utilizzata sempre in combinazioni trattamenti manuali specifici.

PRENOTA APPUNTAMENTO