STRUTTURA OSSEA DEL GOMITO

L’articolazione del gomito è formato da tre ossa:

  • estremità inferiore dell’omero
  • estremità superiore del radio
  • estremità superiore dell’ulna

 

ESTREMITÀ INFERIORE DELL’OMERO

L’estremità inferiore dell’omero, larga e piatta (chiamata anche “paletta” omerale), presenta una regione centrale, rivestita da cartilagine, costituita dal capitello dell’omero e dalla troclea, che permette all’omero di articolarsi con il radio e l’ulna. Su entrambi i lati di questa regione è possibile individuare due prominenze ossee, l’epicondilo esternamente e l’epitroclea internamente.

ESTREMITÀ SUPERIORE DEL RADIO

L’estremità superiore del radio è costituita da una parte più voluminosa ed arrotondata, chiamata capitello e da una parte più ristretta sottostante, detta collo. Il capitello radiale si articola con il capitello omerale dell’omero costituendo l’articolazione omero-radiale e con l’incisura radiale dell’ulna formando l’articolazione radio-ulnare prossimale.

 

ESTREMITÀ SUPERIORE DELL’ULNA

L’estremità superiore dell’ulna è costituita da una larga cavità a forma di uncino, detta incisura trocleare, delimitata da due sporgenze ossee, anteriormente la coronoide e posteriormente l’olecrano. L’incisura trocleare prende rapporti con la troclea omerale per formare l’articolazione omero-ulnare. Lateralmente tra la coronoide e l’olecrano è presente una piccola incisura, detta incisura radiale, che permette all’ulna di articolarsi con il capitello radiale. L’articolazione del gomito è molto stabile perché le superfici ossee dell’omero e dell’ulna si incastrano e prevengono i movimenti laterali e la rotazione. Un manicotto fibroso molto spesso riveste l’articolazione: la capsula articolare.

©2016 PHYSIOLIFE A.P.F.C. Via Eduardo de Filippo 127 Velletri - P.IVA 10532881009