TENDINITE DELL’ACHILLEO

QUALI SONO LE CAUSE

La tendinite dell’achilleo è una patologia molto frequente e le cause più frequenti sono un improvviso aumento della quantità o dell’intensità dell’attività fisica.

Ad esempio, aumentando la distanza che si percorre ogni giorno di un paio di chilometri senza dare al vostro corpo la possibilità di adattarsi alla nuova distanza.

I sintomi più comuni della tendinite dell’Achilleo includono:

  • Dolore e rigidità lungo il tendine d’Achille al mattino
  • Dolore lungo il tendine o posteriormente al tallone che peggiora con l’attività
  • Dolore intenso il giorno dopo l’esercizio, ispessimento del tendine
  • Speroni ossei (si osservano solo nella tendinite inserzionale)
  • Gonfiore che è sempre presente e peggiora durante il giorno con l’attività.

Le aree interessate sono:

Muscoli del polpaccio contratti: avere i muscoli del polpaccio contratti o freddi e improvvisamente iniziare un programma di esercizi aggressivo può mettere ulteriore stress sul tendine di Achille.

Speroni ossei (osso cresciuto dove non dovrebbe esserci) nella zona dove il tendine di Achille si attacca al calcagno possono sfregare contro il tendine e causare dolore e infiammazione.

TRATTAMENTO

Nella maggior parte dei casi, le opzioni di trattamento non chirurgiche forniranno sollievo dal dolore, anche se potrebbero essere necessari alcuni mesi prima che i sintomi regrediscano completamente. Anche se il trattamento è stato eseguito tempestivamente, il dolore può durare per più di 3 mesi.

Andiamo a scoprire cosa possiamo fare:

Riposo: Il primo passo per trovare la riduzione del dolore è quella di diminuire o addirittura interrompere le attività che peggiorare il vostro dolore. Se fate regolarmente esercizi ad alto impatto (come la corsa), il passaggio ad attività a basso impatto metterà meno stress sul tendine d’Achille. Attività come la mountain bike, la cyclette e il nuoto sono le opzioni migliori per aiutare a rimanere attivi e contemporaneamente mettere a riposo il tendine d’Achille.

Ghiaccio: Applicare ghiaccio sulla zona più dolorosa del tendine d’Achille è utile e può essere fatto secondo necessità durante il giorno.

Fisioterapia: La fisioterapia, come Ultrasuoni, Laser e terapie con il calore, è molto utile nel trattamento della tendinite dell’Achilleo. Tuttavia in Physiolife utilizziamo un metodo che comprende l’unione di trattamenti manuali come il massaggio fasciale o l’idrokinesiterapia uniti alle più alte tecnologie fisiche. La nostra esperienza ci ha portato a non lasciare la persona affetta da tendinite dell’Achille, senza averla aiutata ad una corretta educazione sportiva. Invitiamo le persone che si rivolgono a noi di effettuare, prima di tornare all’attività sportiva, un protocollo di potenziamento fisico.

Potenziamento eccentrico: Definito come la contrazione di un muscolo mentre lo si allunga. In un primo momento, esso deve essere eseguito sotto la supervisione di un fisioterapista. Dopo aver lavorato con un terapista, gli esercizi possono essere fatti a casa da soli.

©2016 PHYSIOLIFE A.P.F.C. Via Eduardo de Filippo 127 Velletri - P.IVA 10532881009