COS’È


Le correnti antalgiche ossia la Tens, Ionoforesi e Elettrostimolatore sono tre tecniche utilizzate nel centro Physiolife ognuna con delle peculiarità specifiche.

TENS


La TENS terapia è la tecnica di elettroterapia più utilizzata in fisioterapia, con finalità analgesico-antalgiche nella Terapia del Dolore, di estrema efficacia per il trattamento di molte patologie neuronali, osteo-articolari e dei legamenti e tendinei.

Il principio fisiologico su cui la TENS fa riferimento è quello del GATE-CONTROL, ossia stimolando le fibre nervose con impulsi TENS di frequenza appropriata, si possono neutralizzare gli impulsi del dolore, i quali non giungendo al nostro cervello non verranno percepiti.

Allo stesso tempo, questi impulsi TENS comandano al nostro corpo di produrre sostanze fisiologiche che hanno gli stessi effetti della morfina e in tal modo si completa l’azione analgesica con la totale scomparsa del dolore.

IONOFORESI


Per IONOFORESI (iòno-phòresis = trasporto di ioni) si intende l’introduzione di un farmaco nell’organismo attraverso l’epidermide (somministrazione per via transcutanea), utilizzando una corrente continua (corrente galvanica), prodotta da un apposito generatore. Sostanzialmente si potrebbe definire un’iniezione ”senza ago”.

Il farmaco deve essere posto sull’elettrodo e applicarlo sulla zona da trattare, mentre l’altra placca ad una distanza di circa 20/30 cm in questo modo la corrente veicolerà il farmaco così ionizzato, all’interno dei tessuti perché gli ioni del farmaco stesso migreranno verso il polo opposto fino al completo assorbimento.

ELETTROSTIMOLATORE


Per ELETTROSTIMOLATORE è uno strumento che consente di eccitare le cellule nervose che trasportano l’impulso elettrico alla placca motrice con lo scopo dei vari e sofisticati programmi è di produrre stimoli che diano origine a contrazioni fisiologiche.

L’elettrosimolazione è indicata in caso di riabilitazione o di deficit muscolare i risultati che si riescono a ottenere sono eclatanti poiché è facile indirizzare la terapia verso un muscolo specifico.

correnti antalgiche

QUALI PATOLOGIE


Le correnti antalgiche sono indicate in numerose patologie:

 Lombosciatalgie
 Algie da neuropatia periferica
 Epicondilite
 Epitrocleite
 Dorsalgie
 Tendiniti
 Cervicalgie
 Lombalgie
 Lombosciatalgie
 Algie da neuropatia periferica
 Epicondilite
 Epitrocleite
 Dorsalgie
 Tendiniti
 Cervicalgie
 Lombalgie

QUALI BENEFICI


Le correnti antalgiche permettono di introdurre nell’organismo, direttamente nella zona da trattare, sostanze “pure” assolutamente senza dolore e senza apportare alcun danno ad altri organi, aumentare il tempo di permanenza in circolo della sostanza medicinale, migliora il trofismo dei tessuti superficiali e profondi

PRENOTA APPUNTAMENTO